Tutto il mondo in un balcone

15 DIC 20 – Arrivava con un’orchestra nello zaino: la mini batteria, una chitarra, le percussioni, chissà cos’altro, come Mary Poppins. Un maestro di musica a domicilio per i casi più delicati, i bambini o i ragazzi magari talentuosi che dovevano essere stanati in casa loro. E’ così che anni fa ho accolto in famiglia Maurizio Marchini, giovane uomo dal sorriso infinito e dalla voce potente, tenore, autore di ballate struggenti, insegnante di musica con qualsiasi strumento servisse a coltivare suoni e melodie: la voce, la chitarra, il piano, la batteria, perfino la parola e il gioco, se torna utile. 

Il 14 marzo, in pieno lockdown, ho ricevuto un suo messaggio video: la moglie lo aveva registrato mentre cantava “Nessun dorma” dal balcone di casa. Il video si chiudeva con l’immagine del suo bambino che gli saltava in braccio e il sottofondo di applausi dai palazzi vicini. Sapevo quanta paura del futuro c’era in quel gesto spontaneo, in quell’esplosione di voce.  Meraviglia, ho pensato, e lo posto sul mio profilo facebook. E così ha fatto la moglie. Fine.

Tre giorni dopo un altro messaggio. In due giorni era successo il finimondo. I post avevano raccolto migliaia di visualizzazioni. E lo stavano chiamando da tutto il mondo. Per ringraziarlo, per intervistarlo, per attingere dal dono di speranza che quel canto sul balcone portava con sé. Ho seguito passo per passo il suo viaggio. Ed ecco qui il  video che racconta la sua storia. Voglio che la sentiate dalla sua voce, con il suo sguardo, i suoi occhi che ridono. Sentite fin dove è arrivato, chi lo ha cercato.

Il 17 dicembre scorso Maurizio è stato premiato in Palazzo Vecchio. Io e mio figlio, che a lui deve la gioia della musica, siamo con lui.

Ascoltate anche la canzone realizzata con l’ex batterista dei Litfiba, Gianmarco Colsi, ispirandosi ai canti del balcone .

2 Comments

Lascia un commento